CHEOPS in Italia

 
 

CHEOPS (CHaracterizing ExOPlanet Satellite) è il nome del progetto selezionato nel 2012 dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) come prima missione di classe Small del programma Cosmic Vision 2015-2025. L'adozione della missione è avvenuta nei primi mesi del 2014 con una data di lancio prevista per la fine del 2019.

La missione CHEOPS è un progetto congiunto ESA-Svizzera, con un importante contributo Italiano e di altri stati membri dell'ESA, che hanno costituito il consorzio CHEOPS.

CHEOPS è il primo satellite completamente dedicato alla caratterizzazione dei pianeti di piccole dimensioni. Le stelle luminose, già note per ospitare pianeti, saranno scrutinate con il telescopio di CHEOPS per registrare con altissima precisione la variazione di luce prodotta quando il pianeta si trova a transitare davanti alla stella o viene da essa occultato. Queste misure consentono la determinazione accurata delle dimensioni dei pianeti, un’informazione fondamentale, insieme alla massa, per comprenderne la struttura, se rocciosa o gassosa. La gran parte dei pianeti oggetto di studio saranno quelli per cui la massa è già stata misurata grazie all’uso di strumenti ad altissima precisione disponibili presso i grandi telescopi di cui disponiamo a Terra.

Una parte del tempo di CHEOPS sarà invece dedicata a misurare con maggiore precisione la dimensione di quei pianeti di piccola taglia che saranno scoperti dalla prossima generazione di telescopi terrestri dedicati alla ricerca dei transiti e dal satellite della NASA TESS.

Per la prima volta, CHEOPS permetterà di condurre studi di paletnologia comparata in un intervallo di massa planetaria inesplorato ad una precisione mai raggiunta prima.

CHEOPS fornirà, in modo molto tempestivo, gli oggetti di studio ai telescopi di nuova generazione a terra (ad esempio E-ELT) e nello spazio (es., JWST, Ariel) che potranno fare misure spettroscopiche per la caratterizzazione delle atmosfere planetarie. Grazie alla determinazione precisa di raggio e massa, i pianeti di CHEOPS costituiranno il miglior campione di pianeti nelle vicinanze del Sole che potrà essere oggetto di studi futuri.

CHEOPS in breve

CHEOPS (CHaracterizing ExOPlanet Satellite) è il nome del progetto selezionato nel 2012 dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) come prima missione di classe Small del programma Cosmic Vision 2015-2025.

L'adozione formale della missione è avvenuta nei primi mesi del 2014 con una data di lancio prevista per la fine del 2019.

Lo scopo primario di CHEOPS è la caratterizzazione dei pianeti di piccola massa che orbitano stelle vicine e brillanti.

CHEOPS è un progetto congiunto ESA-Svizzera, con un importante contributo Italiano e di altri stati membri dell'ESA, che hanno costituito il Consorzio CHEOPS.


CHEOPS in Italia è sviluppato in sinergia da INAF, UniPD, e ASI.
Questo è il sito web del team CHEOPS  italiano.

Altri siti web 

  1. CHEOPS - ESA

  2. CHEOPS - Università di Berna

Questo sito descrive la partecipazione Italiana a CHEOPS. Informazioni generali sulla missione  possono  essere trovate qui:

  1. CHEOPS at ESA

  2. CHEOPS at Bern University


Per ulteriori informazioni rivolgersi a:  cheopsitalia at gmail.com

Contenuto del sito

La missione CHEOPS è supportata in Italia dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI)
Accordo ASI-INAF n. 2013-016-R.0 del 9 luglio 2013 e sua integrazione del 9 luglio 2015

Sommario


Nome: CHEOPS, CHaracterizing ExOPlanet Satellite

Obiettivo primario: Determinazione della struttura interna dei pianeti di piccola massa

Oggetti di studio: Pianeti di stelle con una magnitudine V <12.5 (possibilmente fino alla 13)

Lunghezza d'onda: 400-1100 nm

Telescopio: riflettore 33 cm in asse

Orbita:  eliosincrona  a ore 6 e 800 Km di altitudine

Durata: 4 anni

Tipo di missione: classe S

CHEOPS Principal Investigator: Willy Benz, Center for Space and Habitability, Bern, CH

Project Manager: Christopher Broeg, Center for Space and Habitability, Bern, CH