Il Laboratorio di Astrofisica Sperimentale (in breve LASp) ospita un impiantatore ionico Danfysik (200 kV) e un set-up strumentale composto da una camera ad ultra alto vuoto, un criostato, spettrometri IR e Raman, lampada UV, laser a diverse lunghezze d’onda, bilancia al quarzo, altre strumentazioni e strumenti atti a effettuare esperimenti di deposizione di film di ghiacci da sottoporre a irraggiamento con ioni veloci e radiazione UV.

Con questa strumentazione è possibile simulare le condizioni di vuoto e bassa temperatura presenti in alcuni ambienti astrofisici quali le nubi molecolari che sono il luogo in cui si formano le stelle.

Uno degli obiettivi degli esperimenti è quello di studiare la formazione, evoluzione e modificazione di molecole complesse nelle regioni di formazione stellare. Un altro importante obiettivo è studiare l’evoluzione del materiale carbonioso presente nelle comete e nelle particelle di polvere interplanetaria (IDP) considerate i principali vettori della materia organica che ha permesso la nascita della vita sulla Terra.

 

Strumentazione presente presso il Laboratorio di Astrofisica Sperimentale. Credits: G. Baratta (INAF-OACT)

Per maggiori informazioni clicca LASp.

 

 

Gruppo di lavoro

Giuseppe Baratta, Maria Elisabetta Palumbo, Carlotta Scirè, Gianni Strazzulla, Gianfranco Occhipinti

GUARDA IL VIDEO 

Credits: Riccardo Urso